Museo Nazionale del Cinema di Torino

A cui è dedicato il Museo Nazionale del Cinema di Torino lodare la storia del cinema italiano international si trova nella mole antonelliana precisamente nel centro storico di torino in Italia.

Sul museo

Questo edificio è stato inaugurato nell’anno 2000 e si estende su una superficie di 3.200 mq organizzata distribuita su 5 piani.

Durante una visita a questo eccezionale museo è possibile apprezzare gli strumenti ottici che sono stati utilizzati per registrare il primo produzioni cinematografiche ne è un esempio la lanterna magica, così come altri oggetti e documenti che facevano parte dei primi studi cinematografici.

In questo museo viene offerta ai visitatori una passeggiata nella storia della settima arte. Ha anche una biblioteca dove è archiviata una vasta collezione di fotografie e manifesti rappresentativi di oltre 12.000 film che hanno avuto luogo negli ultimi anni.

Vale la pena ricordare che anche il museo realizza proiezioni cinematografiche ad accesso libero per il pubblico ed è proprio in questo luogo che opera l’organizzazione del festival del cinema di torino.

Mostre creative all’interno della Mole Antonelliana

Qualsiasi amante del cinema apprezzerà questo Museo Nazionale poiché è una proposta diversa da quello che normalmente è noto come un museo.

È preparato per sorprendere tutti i visitatori che hanno l’opportunità di avvicinarsi con le sue caratteristiche uniche.

il Museo Nazionale del Cinema nella Mole Antonelliana ha un valore inestimabile per questa città e il paese, poiché ha un patrimonio molto ricco e vi si svolgono attività scientifiche e culturali a beneficio della conoscenzaPer tutti coloro che vorranno accedervi.

Non ci sono, ciò che rende davvero unico questo museo è lo stile espositivo che presenta tenuto conto che è ospitato nella messa Antonelliana, un monumento antico e affascinante che è considerato un simbolo della città di Torino ispirandosi agli ambienti della talpa la scenografa svizzera François Confino con ingegno e creatività, ha organizzato i tour della visita per sorprendere con stimoli visivi e uditivi locali e turisti da tutto il mondo, proprio come accade durante la proiezione di un film.

Chiunque visiti questo museo si sentirà come qualcosa di più di un semplice esploratore. Potrai diventare un attore autore e parte di una vera produzione cinematografica mentre imparerai l’evoluzione della Settima arte e vivrai un’esperienza indimenticabile.

Visita il museo

Essendo l’unico museo dedicato al cinema in Italia, non sorprende che ogni anno sia visitato da almeno mezzo milione di persone.

Nelle collezioni del Museo del Cinema di Torino sono presenti foto, video, film, guioni, poster, macchine cinematografiche, scatole, ottiche, bozzetti, costumi e scenografia di parti di film

Durante la visita al museo, uno dei pezzi che attira maggiormente l’attenzione è la Statua del Dio Moloch, utilizzata nel film Cabiria del 1914, che si trova al piano terra di questo edificio.

Su questo stesso livello si trova il cinema, che è pieno di sedili imbottiti in tessuto rosso per godersi comodamente la proiezione di questo film la prima opera del cinema italiano.

Nelle seguenti piante della talpa si possono trovare sulle origini e l’evoluzione della Settima arte in una sorta di viaggio nel tempo attraverso il meraviglioso mondo del cinema in questo museo

Molto vicino alla massa c’è il Cinema Massimo. Dove si svolgono le attività ei festival, cosa sono organizzati dal museo stesso tra questi El Torino film festival del cinema indipendente, che si celebra dal 1982.

Orari del museo

Sia il Museo del Cinema di Torino che l’ascensore panoramico del molo sono operativi e aperti al pubblico lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì e domenica dalle ore 9:00 alle ore 20:00; il sabato dalle ore 9:00 alle ore 23:00 mentre il martedì sono chiusi per lavori di manutenzione.

Le persone sono ammesse fino a un’ora prima della chiusura, quindi è opportuno provvedere alla visita successiva

Prezzi

Trova i prezzi dei biglietti il ​​biglietto generale costa 11€ e se vuoi salire in ascensore aumenta a 15.

Ci sono sconti speciali per persone sotto i 26 anni e gruppi di 15 persone o più Il cui costo è di € 9 ingresso e 12€ se l’ascensore è incluso.

Anche le scuole hanno tariffe agevolate in cui gli studenti pagano solo da 3 a 50 € ciascuno, mentre i bambini fino a 5 anni ei portatori di handicap e i loro accompagnatori, oltre ai possessori di Torino Card, entrano sia nel museo che in ascensore.

Torino Piemonte Film Commission

Torino Piemonte Film Commission é una fondazione gestiscono la città di Torino Regione Piemonte senza scopo di lucro. dal 2000 con lo scopo di promuovere in questa regione produzione del film, mezzi televisivi e audiovisivi attrarre produzioni italiane e internazionali. Si occupa inoltre di offrire supporto all’industria locale, ampliando le opportunità di lavoro nell’ambito del Settimo art.

Lo scopo di questa organizzazione

Dopo la sua creazione, in tutta l’area sono aumentati posti di lavoro, investimenti e produzione. Ciò si traduce in crescita per l’economia della regione.

Sono queste le attività svolte dalla Torino Piemonte Film Commission a sostegno delle produzioni che si svolgono nella regione:

  • Facilitazione e supporto logistico nella pre-produzione e nelle riprese per snellire le comunicazioni e le procedure tra produzione, organizzazioni pubbliche e private di interesse.
  • Promuovere le risorse locali e le competenze professionali.
  • Fornire incentivi economici attraverso concorsi in alcune aree di attività che sono direttamente collegate al settore e alle istituzioni cooperative.

Grazie all’impegno di questa organizzazione, negli ultimi anni sono state completate più di 1.400 produzioni, suddivise in film, serie, documentari, cortometraggi, animazioni, pubblicità, videoclip, programmi televisivi, video didattici e ogni tipo di contenuto digitale.

D’altro canto, Torino Piemonte Film Commission svolge attività di marketing, promozione e comunicazione
come segue:

  • Attraverso festival mercati di riviste internazionali per pubblicizzare le iniziative,
    nuovi progetti con potenziale e lo sviluppo delle relazioni tra i diversi agenti legati a
    cinema.
  • Attività promozionali autonome attraverso conferenze stampa, anteprime con la partecipazione del cast artistico e tecnico.
  • Organizzazione e coordinamento di workshop, corsi, attività di performance e networking, rivolti a professionisti della regione con capacità di attrarre interesse internazionale.

Posizione e strutture

la sede di Torino piemonte si trova in via Buscalioni 34, nello specifico in una location che si estende su 9.400 mq, di cui 6.000 dedicati alle infrastrutture.

Questo edificio è stato edificato a seguito di un recupero della struttura industriale che si trovava in questo stesso luogo nel corso del XX secolo ed è stato inaugurato nel dicembre 2008.

Apportare le modifiche ritenute necessarie per adeguare gli impianti agli usi e alle esigenze della nuova attività È strutturato in 18 blocchi. Cosa sono organizzati nei seguenti uffici della piemonte torino film commission:

  • Il modulo ospiti che contiene stanze e uffici ad uso esclusivo degli ospiti una sala cinematografica dove vengono proiettati i trailer di prova, conferenze stampa incontri e presentazioni una sala casting, che viene utilizzata come sala polivalente soprattutto per le audizioni
  • Classi degli amanti del film festival di Torino Film Festival , Lovers Film Festival , Festival CinemAmbiente y TorinoFilmLab.
  • Uffici creativi europei test Italy central perimental de cinematografía.
  • Una struttura privata per il settore audiovisivo e noleggio attrezzature per produzioni cinematografiche.

Assistenza logistica per le produzioni cinematografiche

La commissione di Torino Piemonte offre assistenza logistica per le produzioni cinematografiche per i media televisivi e audiovisivi che si svolgono in questa regione d’Italia.

Esistono quindi una serie di servizi che possono essere richiesti direttamente tramite e-mail a questa organizzazione per avere questo supporto logistico. Alcuni dei servizi sono descritti di seguito:

Attività e servizi che questa film commission offre alle produzioni

Quando si tratta di produzioni che includono cinema, serie televisive, documentari, cortometraggi, videoclip commerciali o altri audiovisivi, la commissione propone una ricerca di formazione, assistenza durante le riprese e selezione del cast e del team tecnico, assistenza nella concessione dell’occupazione di suolo pubblico e la possibilità di utilizzare gli spazi dell’accade, diversi locali e aree di sosta per il parcheggio delle auto necessarie.

Offre anche servizi specifici per lungometraggi, serie televisive in loco nel qual caso viene offerto un manager che si dedica alla regia, la ricerca e l’ubicazione specifica del luogo idoneo per le riprese dei mezzi di trasporto per accedere al luogo prescelto, rimozione per produttore regista e scenografo durante il primo tour nel luogo.

Infine, possono essere richiesti alcuni servizi aggiuntivi, previa disponibilità dei locali e degli uffici, che si compongono di moduli ospiti per godere di alcuni comfort e vantaggi aggiuntivi, oltre a un parcheggio interno dove parcheggiare qualsiasi auto in sicurezza e comodità.

Festival del cinema di Torino

Il Torino Film Festival è uno dei più importanti in Italia, manifestazione dedicata al cinema indipendente che si tenne per la prima volta nel novembre 1982.

Cos’è il Torino Film Festival?

Questo festival è dedicato al cinema indipendente e si svolge a novembre di ogni anno, subito dopo la Mostra del Cinema di Venezia.

È un evento che punta sul cinema giovane, sull’innovazione in campo cinematografico e offre l’opportunità ai nuovi iscritti di questo settore commerciale di farsi conoscere, oltre a dare loro uno spazio dove mostrare al mondo le proprie proposte o tendenze.

Sebbene non superi la Mostra del cinema di Venezia, gode di grande attualità. Fu fondato dal professor Gianni Rondolino e originariamente si chiamava Festival Internazionale Cinema Giovani o festival del cinema giovane.

Da allora molti registi hanno partecipato a questo evento, tra cui Alberto Barbera, Stefano della Casa, Giulia de Agnolo, Roberto Turigliatto, Nanni Moretti e Gianni Amelio.

Conosci la storia di questo festival

Come accennato in precedenza, il Festival Internazionale del Film Giovani è stato fondato da Gianni Rondolino a Torino nell’anno 1982, periodo in cui questa città era in crisi.

Attraverso questo evento è stato possibile attrarre importanti esponenti del cinema italiano e anche di altri paesi, cosa molto utile per riportare in vita questa città, non solo economicamente ma anche culturalmente.

Nel 1998 il nome di questo festival è stato cambiato in Torino film festival. Poi, nel 2007, ne è stato nominato regista il regista Nanni Moretti. che ha permesso di ampliare la portata di questo evento e di dargli prestigio internazionale.

Film premiati al Torino Film Festival

Ora che sai di cosa tratta il Torino Film Festival, che si tiene ogni anno in Italia, è il momento opportuno per presentarti i film che hanno ottenuto un riconoscimento speciale da questa organizzazione.

Nelle sue diverse edizioni, il Torino Film Festival ha premiato film provenienti da vari paesi del mondo, come Cina, Belgio, Francia, Messico, Islanda, Stati Uniti, Spagna, Italia, Argentina, Cile, Brasile e Tagikistan, tra gli altri.

Di seguito proponiamo un elenco dei film premiati nelle diverse edizioni di questo importante festival cinematografico internazionale dal 1998 al 2016.

  • 1998 Il volo dell’ape (Parvaz-e zanbur).
  • 1999 Trono della Morte (Marana Simhasanam).
  • 2000 George Washington.
  • 2001 Mein Stern.
  • 2002 Rosso satinato.
  • 2003 La fine del regno animale.
  • 2004 I morti.
  • 2005 Ex aequo Di tomba in tomba (Odgrobadogroba) – Utsukushiki tennen.
  • 2006 Onore di Cavalleria.
  • 2007 Garage.
  • 2008 Tony Manero.
  • 2009 La bocca del lupo.
  • 2010 Osso d’inverno.
  • 2011 Á Annan Veg.
  • 2012 Conchiglia.
  • 2013Panino al Club.
  • 2014 Mange tes morts.
  • 2015 Portiere.
  • 2016 Il donatore.

Premi assegnati al Torino Film Festival

Durante il Torino Film Festival non solo vengono premiati i migliori film del mondo, vengono premiati anche attrici, attori, sceneggiature, c’è spazio anche per diversi stili cinematografici, come nel caso dei documentari, per non parlare dei premi speciali che sono tipico di questo evento.

In sintesi, i premi del Torino Film Festival sono descritti di seguito:

  • Miglior film.
  • Riconoscimento speciale della giuria.
  • Migliore attrice.
  • Miglior attore.
  • Miglior sceneggiatura.
  • Riconoscimento speciale da parte del pubblico.
  • Miglior documentario internazionale.
  • Miglior Documentario Italiano.
  • Riconoscimento speciale della giuria per i documentari.
  • Premio “Chicca Richelmy” al miglior film del concorso italiano.corti e premio speciale della giuria per questa categoria.
  • Infine, al miglior film sul mondo del lavoro viene assegnato il Premio Cipputi.

Attraverso questo tipo di eventi è possibile riconoscere il duro lavoro dietro un film o un documentario, che sebbene durino solitamente solo pochi minuti o un paio d’ore, richiedono mesi di lavoro ed è sempre gratificante per chi lo rende possibile, vedere premiati per il loro sforzo.

Se vuoi saperne di più su questo festival e sugli altri eventi legati al cinema che si svolgono in Italia, ti invitiamo a leggere gli altri articoli già disponibili sulla nostra pagina.

Si svolge online la 38a edizione del concorso italiano

E’ ufficiale, il festival di Torino ha annunciato la sua programmazione online per celebrare la 38° edizione di questo evento italiano, ne sapete tutto in questo articolo.

Torino Film Festival, 38a edizione

Per la gioia degli appassionati di cinema indipendente, il Festival di Torino ha annunciato che terrà online la sua 38a edizione, lo stesso significa che sarà trasmessa via internet tra il 20 e il 28 novembre.

Secondo la dichiarazione rilasciata da questa organizzazione, il festival avrà una selezione di 133 film. Tra i quali 64 lungometraggi, 52 anteprime mondiali e 16 internazionali La giuria incaricata del premio sarà composta interamente da donne e ci sarà un contest orientato esclusivamente ai nuovi talenti in cui debutteranno 29 opere lungometraggio.

Grazie alla tecnologia, quest’anno sarà possibile organizzare anche l’atteso Torino Film Festival, a dimostrazione di rispetto, sostegno e ammirazione per chi dedica la propria vita all’esaltazione delle arti cinematografiche. Questa è una dimostrazione che gli esseri umani possono fare grandi cose quando ci mettono la mente.

Programma del festival

Le presentazioni definitive per questa sezione sono descritte di seguito.

38a edizione del festival del cinema di torino, il primo è diretto da Stefano France sarà trasmesso in streaming online attraverso la piattaforma mymovies.

Tra i 20 film che gareggiano nella categoria miglior film al festival di torino numero 38 c’è 11 Esordio e un secondo sforzo, sei di loro sono stati guidati da donne e altri sei da uomini a sostegno del alla politica internazionale del 50 e 50 per il 2020 che è stata proposta dal festival del cinema di Toronto.

In conformità con quanto sopra, i titoli che concorrono per i premi di questo festival includono temi legati al dramma lgbtq come Il gioco del campo di Papaveri, Paludi di Elgin illinois, School Girls di Eddy Roman e Wildfire di Katy Brady.

In rappresentanza dell’Italia, mentre Regina di Alessandro Grande racconta la storia di un padre e della figlia sconvolti da un tragico evento. Incidente avvenuto in Calabria. Protagonisti Francesco Montanari e Ginevra Francesconi.

La giuria a cui manca un presidente sarà composta interamente da donne dalla Siria, Inghilterra, Giappone, Italia e Iran.

Aspettative per quest’anno

Le aspettative sono riposte sulle produzioni cinematografiche di quest’anno, inclusi titoli italiani come Il buco in testa di Antonio Capuano e Caliber 9 di Tony D’Angelo, documentario su Billie Holiday intitolato Billy di James Erkkine.

Cosa è stato selezionato in collaborazione con il festival See You Sound, opera di origine francese Une dernière fois da Olympe de G sono partito in collaborazione con Fish&Chips Festival The Salt in Our Waters che è stato prodotto in Francia con il sostegno di TorinoFilmLab e cosa ha debuttato grazie al regista Rezwan Shahriar Sumit.

Allo stesso modo, ci sono altre produzioni che sono state realizzate con uno sforzo di cooperazione tra Italia e Cile, un esempio di questo è Vera, De Verdad de Beniamino Catena.

Novità annunciate per questa edizione

Tra le novità di quest’anno c’è un evento noto come la sala Rolls, dedicato a un genere cinematografico definito come un luogo del mistero e dell’ignoto. Lo stesso che è stato chiamato di Gustavo Adolfo Ruolo.

I titoli di origine europea includono Dani York di James V includere L’allevatore riot gentile di Rodrigo Sorogoyen e la filosofia dell’orrore di Peter Lichter ivori mate.

Come se ciò non bastasse, i registi Aleksandr Sokurov and Mohsen Makhmalba condivideranno la loro esperienza

mentre i vincitori ricevono i loro premi l’innovazione nell’arte viene premiata dell’attrice Isabella Rossellini.

Ultimo ma non meno importante sarà l’evento TLF, che cos’è un Forum organizzato da Torino filmlab dove viene ricevuto nuove produzioni del settore digitale e si svolgerà dal 16 al 20 novembre con una capacità di 60 progetti tra film e serie televisive, con spazio per i produttori co-produttori manager e il resto del team tecnico.