CINEMA AL CASTELLO 2020 – INCONTRO CON MARCO PROSERPIO

Castello di Rivoli

Periodo di svolgimento
09/02/2020

Luogo

Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea

Piazza Mafalda di Savoia, Rivoli (To)

Modalità di ingresso

Biglietti in vendita presso la Biglietteria del museo (ingresso Manica Lunga)

Biglietto 6,50 euro; 

omaggio per i possessori di Torino Piemonte Card, Abbonamento Torino Musei,

giornalisti, ragazzi sotto gli 11 anni.

Orari

dalle ore 16:00

Contatti
Sito Internet
Facebook
Twitter

 

Cinema al Castello 2020 – Incontro con Marco Proserpio

In occasione di Torino Città del Cinema 2020, il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea in collaborazione con Distretto Cinema, organizza una rassegna dedicata ai rapporti tra il cinema e l’arte. Domenica 9 febbraio alle ore 16 nel teatro del Museo, il pubblico potrà  incontrare il regista Marco Proserpio prima della proiezione del suo film L’uomo che rubò Banksy (Italia 2018, 93′).

 

Il film, partendo dalla misteriosa figura dell’artista e writer Banksy, parla di arte, culture in conflitto, identità e mercato nero. Inizia infatti come la storia sul più importante street artist dei nostri tempi narrata dalla prospettiva palestinese, ma presto si trasforma nella scoperta di un vasto mercato segreto di muri e dipinti rubati dalle strade di tutto il mondo, di culture che si incontrano e si scontrano, nel confronto con una situazione politica insostenibile fino ad arrivare al dibattito in corso sulla commercializzazione della street art rispetto alla sua conservazione.  Non è una singola storia, ma molte storie attraverso le quali ci accompagna un narratore d’eccezione: Iggy Pop. Il film, che ha vinto, al 36esimo Torino Film Festival, il premio Hamilton – Behind the Camera con questa motivazione “un’opera prima che intreccia con passione e audacia la storia di uno dei più noti street artist contemporanei con uno dei territori più controversi della storia geopolitica mondiale, la Palestina, raccontata secondo la prospettiva inedita di diversi protagonisti e attraverso un linguaggio cinematografico di grande attualità”, è prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital.