MISSING OUT – VR AND REAL-TIME STREAMING EXPERIENCE

Università degli studi di Torino

Politecnico di Torino

Officine sintetiche

Circolo del Design

Periodo di svolgimento
31/01/2020 – 01/02/2020

Luogo

Circolo del Design di Torino,

Via San Francesco Da Paola 17

10123 Torino

Orari
dalle 09.00 alle 18.00

Modalità di ingresso:
prenotazione obbligatoria:

https://doodle.com/poll/fmqqt4bznmp5wdtt

Contatti
Sito Web
Facebook
Instagram

Referente:

Vanessa Vozzo:

vanessa.vozzo@polito.it

info@circolodeldesign.it

 

 

Missing Out

Missing Out, ideato da Vanessa Vozzo, esplora la Fear of Missing Out, l’ansia sociale di essere “tagliati fuori”, attraverso sistemi VR 360° e real-time streaming. Attraverso tecniche di embodied narrative e di disorientamento percettivo-sensoriale lo spettatore ha la possibilità di osservare ed osservarsi da una nuova prospettiva.

Missing Out è uno studio che esplora, attraverso sistemi VR 360° e real-time streaming, la FoMO, Fear of Missing Out, la condizione sociale del sentirsi esclusi, “tagliati fuori”.
Tecniche di embodied narrative e di disorientamento percettivo-sensoriale vengono messe in campo per dare all’utente-spettatore la possibilità, indossando un visore VR, di osservare da una nuova posizione, immersiva e coinvolgente.
Missing Out è un’esperienza della durata di circa 10 minuti, per una persona alla volta.
‍‍Il progetto nasce a Linz da un gruppo del Master Interface Culture per investigare la percezione spazio-temporale in ambienti VR e viene selezionato per Ars Electronica 2019.
Nello stesso anno Vanessa Vozzo ne propone uno sviluppo con la piattaforma Officine Sintetiche e insieme a un gruppo di studenti e ricercatori del Politecnico e dell’Università di Torino includendo alcuni studi su embodied narrative, percezione spaziale, immersività.
La media artist Vanessa Vozzo è docente di Documentario Interattivo alla Civica Scuola di Cinema di Milano. Insegna Interactive Media a Ingegneria del Cinema – Politecnico di Torino. Conduce project work con l’Università. È co-fondatrice di Officine Sintetiche con Tatiana Mazali e Antonio Pizzo.